In Siria non è satira.

CREDIBILI…

04 Siria

Siria: e come facciamo adesso a non credergli?

“C’è qualcuno che sa dove andiamo?” “In Siria parrebbe.” “Ah.. si combatte per o contro il governo?” “La CIA non vuole correre rischi questa volta, metà di noi sono per, e l’altra metà sono contro.” “Aah giusto!”

Woody Allen – Rivoluzione a Bananas 

Datemi un punto d’appoggio morale e vi solleverò il mondo dalla miseria della guerra globale.

Per la Siria consiglierei di mandare metà delle forze militari a combattere con i ribelli e l’altra metà con il governo di Bashar al-Assad, così non c’è il pericolo di sbagliare. Woody Allen faceva della satira, ma la situazione in Siria rischia d’essere veramente questa, c’è veramente la possibilità che l’intervento militare statunitense vada di fatto ad aiutare le stesse forze jihadiste che sono state e che si continua a combattere in Iraq e in Afghanistan. Ormai le guerre sono un fatto fine a se stesso, poiché non è più possibile distinguere i buoni dai cattivi, si fanno le guerre per la guerra e basta. Poiché nessuno ha delle vere idee su cosa potrebbe essere la pace e su come realizzarla, si continua a fare l’unica cosa che si sa fare, anche se siamo arrivati al paradosso di non sapere per chi o cosa si combatte. Nessuno può essere certo su chi sia stato a massacrare con il gas nervino i bambini in Siria, ed è più probabile che siano stati i ribelli per provocare un intervento militare a loro favore. Un intervento della NATO potrebbe andare proprio a favore di chi ha compiuto il massacro, e contro invece chi li sta combattendo, e questa non è satira…

Il discorso di Powell all’Onu

93480096_10-770x1063

Durissimo intervento del Segretario di Stato americano, John Kerry, il quale ha affermato che l’uso di armi chimiche nel Paese è stato indiscriminato e su larga scala. Kerry ha aggiunto che il presidente Barack Obama ritiene che il responsabile di questa oscenità morale debba essere chiamato a risponderne.

Armi chimiche in Siria, Kerry: Un’oscenità morale

Pare che ci siamo di nuovo, prima dei missili vengono sparate le balle. Non è vero che dei gruppi terroristici non possano impiegare le armi chimiche, ci sono dei precedenti come L’attentato alla metropolitana di Tokyo e recentemente si è scoperto che anche Al Qaeda è in grado di usarle. Per adoperare armi chimiche non è affatto necessario armare dei missili, può essere sufficiente spargerle facendole fuoriuscire direttamente dai contenitori collocati sul luogo, specialmente se si tratta di un territorio che si controlla militarmente, magari approfittando dei bombardamenti governativi per far credere che siano arrivate con proiettili di cannone o missili, e far quindi ricadere la colpa sulle forze leali al governo di Assad.

Non dimentichiamo come cominciò la seconda guerra del golfo, con la certezza da parte del dipartimento di stato americano della presenza di armi di distruzione di massa, circostanza che poi si rivelò del tutto infondata.

La Seconda Guerra del Golfo

L’ascesa dei gruppi jihadisti nella rivolta siriana

Beati coloro che non hanno ne fedi ne ideali e non si devono preoccupare delle oscenità morali.

Un piccolo esempio su chi siano coloro che combattono il regime di Bashar al-Assad, e di come per il popolo siriano non abbia veramente alcuna importanza chi sarà a vincere questa guerra, dove la prospettiva è soltanto quella di cadere dalla padella alla brace.

Siria: nati primi figli ‘jihadiste del sesso’ tunisine.

Gabrielemanfrè su face book

Argomenti correlati su questo blog.

Lotta armata di non violenza.

Pace eterna

“Masters of war” di Bob Dylan, testo tradotto

J. Krishnamurti sul conflitto

J. Krishnamurti Saanen, “Svizzera” 1978

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...