Bombe psichiche per la rivoluzione mentale.

Psycho Killer (Live) (1984) ( video su you tube )

Psycho Killer “dei Talking Heads” (Traduzione del testo in italiano)

Confeziono bombe psichiche a base di esplosivo verbale, adatte per ordire attentati contro la mentalità tradizionale.

Siamo gli “Psycobombers” bombaroli psichici. Con parole dure e lucenti, e come diamanti taglienti, lanciamo bombe psichiche dagli effetti destabilizzanti. Se le parole sono pietre, faremo in modo che le nostre siano come diamanti dure e trasparenti, e di luce riflettenti. Non ha alcun senso dire che i fatti o la prova empirica dei fatti avrebbero un ordine di importanza superiore alla concettualizzazione delle idee che si esprimono a parole. È del tutto ovvio, che sono i pensieri a determinare i mutamenti del mondo fisico, è la mente che fa la differenza.  Prendiamo ad esempio una comunità di scimmie e paragoniamo l’impatto che questi esseri hanno sull’ambiente in cui vivono, con l’impatto che invece può avere una comunità umana; qual è la differenza più evidente tra scimmie e umani? È il linguaggio, la cultura basata sull’uso della parola, il linguaggio umano consente un tipo di astrazione, di rappresentazione immaginaria della realtà che produce le azioni creative più delle semplici azioni reattive agli stimoli ambientali. Nella dimensione umana, non esiste l’oggetto senza la parola che lo definisce, non esiste l’oggettività senza le parole che la descrivono e che rendono tale oggettività esperienza condivisa. Un fatto non sarebbe un fatto se non lo si potesse descrivere con le parole, anche la stessa idea del fatto è indissolubilmente legata alla parola “fatto” che descrive questa idea. Sono le parole che conferiscono un senso compiuto alla percezione delle forme e dei fenomeni della materia. Tutte le guerre sono cominciate a parole, quindi anche la pace non può che cominciare a parole. È anche inutile preoccuparsi se alle parole seguiranno i fatti, dato che, per quanto detto prima questa è una conseguenza inevitabile, alle parole seguiranno sempre dei fatti; alle parole utili seguiranno fatti utili, alle parole inutili seguiranno fatti inutili, ma sempre fatti sono. Sono le parole che danno forma alla materia, il verbo, è informazione, l’informazione organizza la materia in strutture differenziate. La materia è inerte e indifferenziata, la luce informata dalla memoria, gli conferisce forma e movimento. Il verbo, ( di cui parla anche la Bibbia ), è vibrazione geometricamente organizzata; la materia, fatta vibrare dal verbo, dà origine all’universo delle molteplici forme e mutamenti. Bisogna distinguere tra scienza e scientismo, non bisogna cioè, confondere il metodo con lo scopo e il significato della ricerca, non bisogna percorrere il territorio, soltanto allo scopo di tracciarne una mappa, perché il territorio siamo noi e il nostro vivere, mentre la mappa è solo una rappresentazione della realtà, serve per muoverci nella nostra realtà, ma non è la realtà stessa. Se la mappa diviene più importante del territorio, allora possiamo essere certi che ben presto essa non corrisponderà più alla realtà, e quindi ci porterà fuori strada nel territorio reale. Se la scienza viene confinata nei limiti del metodo scientifico, che è un’idea di utilità strettamente culturale e quindi di natura abitudinaria, finirà con il compromettere la correttezza del metodo stesso vanificandone lo scopo originario. Sappiamo che, la materia e i suoi fenomeni, vengono in essere grazie all’organizzazione di informazioni. Tali informazioni si canalizzano in base a una tendenza abitudinaria, in base alla quale è possibile che l’indeterminazione divenga determinazione oggettivante. Ora, se noi ammettiamo che in natura esiste una tendenza abitudinaria nel produrre i fenomeni fisici, dovremo anche ammettere che tali abitudini possano cambiare. A dire il vero, l’esistenza delle stesse tendenze abitudinarie, implica che le abitudini debbano necessariamente cambiare. Se il principio di indeterminazione e un movimento centrifugo di espansione, la determinazione, è possibile soltanto attraverso la tendenza canalizzante delle abitudini, e si tratta di un movimento centripeto di concentrazione, l’abitudine crea determinazione; ma la tendenza dominante nell’universo è quella dell’espansione che serve a mantenere un fattore unificante in tutta la diversificazione degli eventi. Quindi, se esiste una necessità abitudinaria per dare forma e movimento coerenti a tutti i fenomeni dell’universo; altresì deve esistere anche la necessità di rottura e cambiamento delle abitudini consolidate, che è di importanza vitale per la conservazione stessa dell’universo, che altrimenti, senza la spinta evolutiva del cambiamento, sarebbe destinato a collassare per eccesso di contrazione e rigidità. Stabilito che sono le idee a dare forma agli eventi materiali, si evince che la rigidità abitudinaria dell’intelletto và considerata un difetto. Non è questione di menti troppo aperte o troppo chiuse, la mente o è aperta o è chiusa. È chiaro che la natura non terrà mai conto delle nostre personali abitudini mentali con le quali rappresentiamo la realtà. Di conseguenza, quando la natura, per sua intrinseca necessità, “deciderà” di cambiare abitudini, questo a noi potrà sembrare un fatto sconvolgente come la fine del mondo. Tutta la distinzione tra normale e paranormale è relativa alla abitudine insita nella natura dei fenomeni fisici. Perché per poter esistere la normalità, deve esistere anche il suo contrario dell’anormalità, che in questo caso non è il paranormale, poiché è un fattore necessario all’esistenza della stessa normalità. Il cosiddetto “miracolo” può benissimo far parte della normalità, in quanto la normalità stessa è un miracolo, con l’unica differenza che si tratta di miracolo abitudinario, che noi non riusciamo a percepire come evento straordinario. Niente di strano che poi le parole possano fare miracoli! Il legittimo dubitare del metodo scientifico, non potrà mai trasformarsi in scetticismo. Lo scetticismo è soltanto un errato atteggiamento mentale, tendente a dividere ed etichettare le persone come razza superiore degli intelligenti e avveduti, e razza inferiore dei cretini sprovveduti e creduloni. Il problema adesso, è che questo tipo di divisione conflittuale, non è più storicamente sostenibile. Il tipo di problemi che l’umanità attuale ha dinnanzi, esigono un enorme salto di qualità intellettuale, una vera e propria rivoluzione culturale come non ce ne sono mai state prima in tutta la storia conosciuta. Per fare questa rivoluzione, non bisogna esitane nel destabilizzare le culture tradizionali e conformiste. Occorre divenire abili nel colpire obiettivi strategici, ovunque si attui consapevolmente o meno la repressione psicologica. Bisogna colpire con delle bombe psichiche scientemente confezionate mediante l’utilizzo disinvolto di materiale concettualmente esplosivo verbalmente espresso in modo dirompente, l’effetto non sarà quello immediato ed evidente, ma si protrarrà nel tempo in modo impercettibile e silente. La destabilizzazione della cultura tradizionale, è indispensabile a creare la condizione favorevole al nascere di nuovi campi morfici mentali, ove sia possibile trovare nuova unità di intenti, e nuovi valori di riferimento autenticamente condivisibili.

Nella casa in fiamme, i dormienti vanno svegliati, s’è necessario anche a forza di calci nel sedere. Nel momento in cui, il mondo così come lo conosciamo, ci sta crollando addosso, non è il caso di preoccuparsi eccessivamente della correttezza dei metodi, di non scandalizzare, di non scioccare i ben pensanti, che a dire il vero, i veri ben pensanti non si scandalizzano di nulla. Non è il caso di porsi il problema di rispettare coloro che hanno trasformato il mondo in un campo di sterminio senza minimamente rendersene conto. Il fine, se è giusto, giustifica i mezzi, e non siamo qui per far bella figura e ricevere l’approvazione dei nostri aguzzini. Questo è il tempo della necessaria destabilizzazione psicologico-rivoluzionaria. Così come in guerra, per trovare il coraggio di uccidere, occorre prima non aver paura d’essere uccisi, allo stesso modo per avere il coraggio di destabilizzare mentalmente gli altri, prima occorre avere il coraggio di destabilizzare mentalmente se stessi. Sia nel bene che nel male, si può fare agli altri soltanto ciò che prima si è fatto a se stessi. Come farà il soldato ad andare in guerra se a dominarlo sarà la paura d’essere ucciso? Come si fa a rimanere normali quando si è capito di vivere in un campo di sterminio? Come si fa a continuare a vivere soltanto per soddisfare le intenzioni di chi ci vuole condannare ad un triste destino di sofferenza e morte? Nei campi di sterminio soltanto gli aguzzini si trovano a loro agio. Che senso ha rimanere stabilmente normali soltanto per rispettare la follia totale del nostro tempo? L’efficacia delle bombe psichiche, dipende dal propagarsi della loro deflagrazione attraverso i campi morfici del’inconscio collettivo, è un effetto silenzioso, impercettibile sul piano sensoriale, ma dagli esiti positivamente imprevedibili, le persone cominceranno a cambiare idea su molte cose senza neanche accorgersene, ritenendo che sia per una loro libera scelta e determinazione. La bomba psichedelica a suo tempo fallì in parte il suo obbiettivo, perché era confezionata con sostanze poco efficaci ed affidabili. Fermo restando che se si riuscisse ad inventare la pillola della felicità, ovvero una droga il cui effetto fosse definitivo, sarebbe totalmente folle non assumerla, rimane comunque la necessità di inventare nuove armi per il risveglio della menti a livello di massa. Oggi occorre urgentemente far esplodere la bomba psichica, per alimentare le menti che muoiono di noia e di paura. Non è proprio il caso di insistere a rimaner normali.  

Gabriele Manfrè Scuderi su facebook

Artista: Talking Heads

Titolo originale: Once In A Lifetime

Titolo tradotto: Una Volta Nella Vita

E ti potresti trovare a vivere in una baracca da cacciatore

E ti potresti trovare da un’altra parte del mondo

E ti potresti trovare alla guida di una grossa auto

E ti potresti trovare in una bella casa con una bella moglie

E ti potresti chiedere – Ma… come sono arrivato cui?

Lasciando passare i giorni / lasciando che l’acqua mi tenga qui

Lasciando passare i giorni / l’acqua fluisce sotto terra

Nella tristezza di nuovo / dopo che i soldi sono andati

Una volta in una vita / l’acqua fluisce sotto terra

E ti potresti chiedere

Come lo faccio funzionare questo?

E ti potresti chiedere

Dov’è quella grande auto?

E ti potresti dire

Questa non è la mia bella casa!

E ti potresti dire

Questa non è la mia bella moglie!

Lasciando passare i giorni / lasciando che l’acqua mi tenga qui

Lasciando passare i giorni / l’acqua fluisce sotto terra

Nella tristezza di nuovo / dopo che i soldi sono andati

SAME AS IT EVER WAS

UGUALE COME E’ SEMPRE STATO… UGUALE COME E’ SEMPRE STATO…

UGUALE COME E’ SEMPRE STATO… UGUALE COME E’ SEMPRE STATO…

Acqua in dissolvenza… ed acqua rimossa

C’è acqua in fondo all’oceano

Porta l’acqua al fondo dell’oceano

Rimuovi l’acqua dal fondo dell’oceano

Lasciando passare i giorni / lasciando che l’acqua mi tenga qui

Lasciando passare i giorni / l’acqua fluisce sotto terra

Nel blu di nuovo / nell’acqua silenziosa

Sotto i sassi e le pietre / c’è acqua sotto terra

Lasciando passare i giorni / lasciando che l’acqua mi tenga qui

Lasciando passare i giorni / l’acqua fluisce sotto terra

Nella tristezza di nuovo / dopo che i soldi sono andati

Una volta in una vita / l’acqua fluisce sotto terra

E ti potresti chiedere

Cos’è questa bella casa?

E ti potresti chiedere

Dove va quella autostrada?

E ti potresti chiedere

Ho ragione… ho torto?

E ti potresti chiedere

MIO DIO!… COSA HO FATTO?

Lasciando passare i giorni / lasciando che l’acqua mi tenga qui

Lasciando passare i giorni / l’acqua fluisce sotto terra

Nel blu di nuovo / nell’acqua silenziosa

Sotto i sassi e le pietre / c’è acqua sotto terra

Lasciando passare i giorni / lasciando che l’acqua mi tenga qui

Lasciando passare i giorni / l’acqua fluisce sotto terra

Nella tristezza di nuovo / dopo che i soldi sono andati

Una volta in una vita / l’acqua fluisce sotto terra

UGUALE COME E’ SEMPRE STATO… UGUALE COME E’ SEMPRE STATO…

UGUALE COME E’ SEMPRE STATO… UGUALE COME E’ SEMPRE STATO…

TALKING HEADS once in a lifetime ( video su you tube ) http://www.youtube.com/watch?v=-io-kZKl_BI&feature=related

Jefferson Airplane  White rabbit

Una pillola ti fa diventare più grande, e una pillola ti rimpicciolisce

E quelle che ti dà tua madre, non hanno alcun effetto

Prova a chiederlo ad Alice, quando è alta dieci piedi

E se tu sei a caccia di conigli, e ti accorgi che stai per cadere

Dì loro che un bruco che fuma il narghilè ti ha mandato a chiamare

E chiama Alice, quando è proprio piccola

Quando gli uomini sulla scacchiera si alzano e ti dicono dove devi andare

E tu hai appena preso qualche specie di fungo, e la tua mente sta affondando

Prova a chiedere ad Alice, penso che lei saprà (la risposta)

Quando la logica e le proporzioni (delle cose) sono cadute morte al suolo

E il cavaliere bianco sta parlando all’incontrario (il catastrofico cavaliere bianco)

E la regina di cuori ha perso la sua testa

Ricorda quello che aveva detto il ghiro

Alimenta la tua mente, alimenta la tua mente

Jefferson Airplane  White rabbit ( video su you tube )

Jefferson Airplane Somebody To Love

Quando la verità si scopre esser falsa e tutta la gioia dentro di te muore

Non vorresti qualcuno da amare? Non avresti bisogno di qualcuno da amare?

Non ameresti amare qualcuno d’amare? Sarebbe meglio tu trovassi qualcuno da amare

Quando i fiori del giardino, baby, sono morti, si e la tua mente, la tua mente è così piena di rosso

Non vorresti qualcuno da amare? Non avresti bisogno di qualcuno da amare?

Non ameresti amare qualcuno d’amare? Sarebbe meglio tu trovassi qualcuno da amare

I tuoi occhi, direi che i tuoi occhi potrebbero assomigliare ai suoi

Yeah, ma nella tua testa, baby, mi dispiace, non sai dov’è

Non vorresti qualcuno da amare? Non avresti bisogno di qualcuno da amare?

Non ameresti amare qualcuno d’amare? Sarebbe meglio tu trovassi qualcuno da amare

Le lacrime stanno correndo giù e giù lungo il tuo petto Ed i tuoi amici, baby ti trattano come un ospite

Non vorresti qualcuno da amare? Non avresti bisogno di qualcuno da amare?

Non ameresti amare qualcuno d’amare? Sarebbe meglio tu trovassi qualcuno da amare

Jefferson Airplane – Somebody To Love (Live at Woodstock 1969)

L’anno prossimo si vota per una politica vuota. In tanto prendiamo nota di tutto quel che non si nota. Sono stufo della simmetria. Per celebrare cosa? Il caso. Devi stare zitta quando parla la signora direttrice. In ogni modo l’essenziale è impedire ai giovani di arrivare alle gabbie. Le serrature sono state scrupolosamente controllate. E dopotutto, se qualche animale viene abbattuto, pazienza. La vita di un nostro uomo vale di più di quella di una zebra. Caricate e picchiate sodo.

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 1 10 ( prima parte del film completo )

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 2 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 3 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 4 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 5 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 6 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 7 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 8 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 9 10

Buñuel ‘Il fantasma della libertà’ 10 10

Il Fascino Discreto Della Borghesia – Luis Bunuel – 1973

Gabriele Manfrè Scuderi su facebook

Pearl Jam, Not For You “traduzione del testo”

Sconfinate linee di confine.

Message In A Bottle dei Police “testo tradotto in italiano”

Psycho Killer “dei Talking Heads” (Traduzione del testo in italiano)

L’ego

Archivio delle Categorie: Arte Mistica

Archivio delle Categorie: Musica

Archivio delle Categorie: Riflessioni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte Mistica, Musica, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...